NEWS

allegato
21/10/2017
EUROTOUR: A VALDERRAMA ATTACCA SERGIO GARCIA, GRAN RIMONTA DI MANASSERO (12°) Lo spagnolo precede Daniel Brooks. Risale Bertasio (21°), stabile Paratore (44°), cede E. Molinari (59°)
Matteo Manassero ha effettuato un’ottima rimonta portandosi dal 36° al 12° posto con 212 (70 74 68, -1) colpi nell’Andalucia Valderrama Masters, torneo dell’European Tour che si sta svolgendo sul percorso del Real Club Valderrama (par 71), a Sotogrande nella Costa del Sol spagnola, sostenuto dalla Sergio Garcia Foundation. E’ risalito anche Nino Bertasio da 44° a 21° con 214 (74 71 69, +1), è rimasto stabile Renato Paratore, 44° con 217 (77 68 72, +4), ed è finito in bassa classifica Edoardo Molinari, 59° con 221 (69 71 81, +8).

Ha preso il comando lo spagnolo Sergio Garcia (205 - 66 71 68, -8), numero undici mondiale, grande favorito e campione uscente avendo vinto la precedente edizione della gara disputatasi nel 2011, seguito dall’inglese Daniel Brooks (206, -7), autore con 64 (-7) del miglior score del turno, ma staccatosi in extremis dal leader con un bogey. Saranno in corsa per il titolo nel giro finale anche l’olandese Joost Luiten, terzo con 207 (-6), in vetta dopo due giri, il gallese Jamie Donaldson e lo scozzese Scott Jamieson, quarti con 208 (-5), e l’australiano Wade Ormsby, sesto con 210 (-3). Qualche chance anche per i cinque concorrenti in settima posizione con 211 (-2): lo statunitense Julian Suri, l’irlandese Shane Lowry, il danese Anders Hansen, il portoghese Ricardo Gouveia e l’inglese Robert Rock.

Possono solo pensare a migliorare la posizione, l’iberico Pablo Larrazabal, 15° con 213 (par), l’irlandese Padraig Harrington, stesso score di Bertasio, il tedesco Martin Kaymer, 39° con 216 (+3), e il cinese Ashun Wu, 44° come Paratore.

In una giro in cui solo 19 concorrenti sono scesi sotto par, Sergio Garcia ha offerto ottime giocate, pur se con qualche sbavatura, e ha segnato sei birdie e tre bogey per il 68 (-3).

Matteo Manassero non è partito bene e dopo 13 buche era sopra par di due colpi (due bogey), poi il gran finale con cinque birdie di fila a chiudere per il 68. Brutto avvio anche per Nino Bertasio con un “+3” alla nona (un birdie, 4 bogey), ma anche lui ha cambiato marcia nel rientro con cinque birdie (69, -2). Alti e bassi per Renato Paratore con un 72 (+1), nato da quattro birdie e da cinque bogey, e giornataccia di Edoardo Molinari che ha iniziato con un doppio bogey e poi ha infilato sette bogey di fila e l’ottavo alla buca 18. E’ uscito al taglio Andrea Maestroni, 119° con 156 (74 82, +14).

In torneo su Sky - La giornata finale dell’Andalucia Valderrama Masters sarà teletrasmessa in diretta da Sky, sul canale Sky Sport 2 HD, con collegamento domani, domenica 22 ottobre, dalle ore 13,30 alle ore 18.



CHALLENGE: IN CINA FARR IPOTECA IL TITOLO, ARRETRA GAGLI 34° - Inatteso scivolone di Lorenzo Gagli, da 11° a 34° con 215 (71 68 76, -1) colpi dopo un 76 (+4), nel Foshan Open, terz’ultimo torneo stagionale del Challenge Tour che si sta disputando sul tracciato del Foshan Golf Club (par 72), nella città da cui il circolo prende nome in Cina. Ha un colpo in più Andrea Pavan, 40° con 216 (71 72 73, par).

Il gallese Oliver Farr (201 - 69 66 66, -15) ha fatto il vuoto e proverà a conquistare il secondo titolo nel circuito potendo contare su un vantaggio di cinque colpi sul tedesco Sebastian Heisele e sugli inglesi Callum Tarren e Ryan Evans (206, -10). In quinta posizione con 207 (-9) lo spagnolo Scott Fernandez, probabilmente fuori dalla corsa al successo.

Oliver Farr, 29enne di Ridditch, a segno l’unica volta nel 2014 (Turkish Challenge), ha realizzato il secondo 66 (-6) consecutivo con sei birdie senza bogey. Lorenzo Gagli, attualmente 17° nell’ordine di merito, dovrà risalite la classifica per non rischiare di allontanarsi troppo dal 15° posto, l’ultimo che porta a fine stagione sull’European Tour. Nel suo score un birdie e cinque bogey. Andrea Pavan è andato un colpo sopra par con un birdie e un doppio bogey (73). E’ uscito al taglio per un colpo Francesco Laporta, 65° con 146 (70 76, +2). Il montepremi è di 500.000 dollari (circa 425.000 euro).

Dopo la prossima gara (Ras Al Khaimah Challenge, 25-28 ottobre) si definiranno i primi 45 classificati nella money list che andranno a giocarsi le 15 ‘carte’ disponibili per l’European Tour 2018 nel NBO Grand Final (1-4 novembre) in Oman.



21 ottobre 2017
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy utilizzando il tasto 'Leggi' di questo banner o il link presente nella parte inferiore di ogni pagina. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.